il principio della trasparenza, inteso come “accessibilità totale” alle informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni, è stato affermato con decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33. Obiettivo della norma è quello di favorire un controllo diffuso da parte del cittadino sull’operato delle istituzioni e sull’utilizzo delle risorse pubbliche.

In particolare, la pubblicazione dei dati in possesso delle pubbliche amministrazioni intende incentivare la partecipazione dei cittadini per i seguenti scopi:

  • assicurare la conoscenza dei servizi resi, le caratteristiche quantitative e qualitative, nonché le modalità di erogazione;
  • prevenire fenomeni corruttivi e promuovere l’integrità;
  • sottoporre al controllo diffuso ogni fase del ciclo di gestione della performance per consentirne il miglioramento.

DISPOSIZIONI GENERALI






Ogni amministrazione ha l'obbligo di pubblicare sul proprio sito istituzionale, nella sezione "Amministrazione Trasparente", il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza (art.10, comma c.8, lett. a, D.Lgs. n. 33/2013).







In attesa di approvazione nuovo codice di comportamento consultabile nella sezione bacheca on line – news
Riferimenti normativi che regolamento l'istituzione, l'organizzazione e l'attività dell’Ufficio d’Ambito.
Non applicabile alle aziende speciali
Non applicabile alle aziende speciali
Le pubbliche amministrazioni rendono disponibile sul sito istituzionale uno scadenziario con l'indicazione delle date di efficacia dei nuovi obblighi amministrativi introdotti (art. 12, c. 1-bis, D.Lgs. 33/13, introdotto dal DL 69/13)
Dati non più soggetti a pubblicazione obbligatoria
Le pubbliche amministrazioni sono tenute a pubblicare nel proprio sito internet istituzionale l'elenco delle attività delle imprese soggette a controllo. Si intendono non soggette a controllo tutte le attività delle imprese per le quali le competenti pubbliche amministrazioni non ritengono necessarie l'autorizzazione, la segnalazione certificata di inizio attività, con o senza asseverazioni,ovvero la mera comunicazione. Le regioni e gli enti locali, nell'ambito delle proprie competenze, adeguano i propri ordinamenti alle suindicate disposizioni. (art. 37, c.3-bis, DL 69/13, convertito con modificazioni in L. 98/13) - (Dati non più soggetti a pubblicazione obbligatoria ai sensi del D.Lgs. n. 97/2016)

ORGANIZZAZIONE





Dati non soggetti a pubblicazione obbligatoria


Dati non soggetti a pubblicazione obbligatoria
Dati non soggetti a pubblicazione obbligatoria


Ai sensi dell'art. 48 della Legge regionale n. 26/2003 e s.m.i. “Il Presidente e i Consiglieri di Amministrazione dell'Ufficio d'Ambito svolgono le loro attività a titolo onorifico e gratuito"

I provvedimenti di sanzioni amministrative pecuniarie inerenti la mancata o incompleta comunicazione delle informazioni concernenti la situazione patrimoniale dei componenti degli organi di indirizzo politico devono essere pubblicati sul sito internet dell’Ufficio d’Ambito della Provincia di Monza e Brianza – Azienda Speciale. Si rende noto che non è stato adottato alcun provvedimento di erogazione delle sanzioni per mancata comunicazione dei dati (art. 47, c.1, D.lgs. n. 33/2013). Pagina aggiornata al 22/02/2017
Questo obbligo non si applica alle aziende speciali
Le regioni e le province pubblicano i rendiconti dei propri gruppi consiliari, con evidenza delle risorse trasferite o assegnate a ciascun gruppo, con l'indicazione del titolo di trasferimento e dell'impiego delle risorse utilizzate (art. 28, co.1, del D.Lgs. 33/13)



Le pubbliche amministrazioni pubblicano e aggiornano le informazioni e i dati concernenti la propria organizzazione (art. 13, D.Lgs. 33/13)

CONSULENTI E COLLABORATORI




Accordion Sample Description


Le pubbliche amministrazioni pubblicano e aggiornano le informazioni relative ai titolari di incarichi di collaborazione o consulenza (art. 15, c. 1, D.Lgs. 33/13). La pubblicazione degli estremi degli atti di conferimento degli incarichi di collaborazione o di consulenza a soggetti esterni a qualsiasi titolo per i quali è previsto un compenso, completi dell'indicazione dei soggetti percettori, della ragione dell'incarico e dell'ammontare erogato, nonchè la comunicazione al Dipartimento della funzione pubblica sono condizione per l'acquisizione dell'efficacia dell'atto e per la liquidazione dei relativi compensi (art. 15, c. 2, D.Lgs.33/13).)

PERSONALE







Obblighi di pubblicazione concernenti i titolari di incarichi dirigenziali (art. 14 D.Lgs. 33/13, art. 20 c.3 D.Lgs.39/13, art. 10 c.8 lett. d D.Lgs. 33/13)
Non sono presenti cariche dirigenziali

Si rende noto che nell'azienda non sono presenti Responsabili di Servizio titolari di Posizione Organizzativa a cui siano state affidate deleghe di funzioni dirigenziali. Aggiornato al 22/02/2017




Nell'azienda non sono presenti Responsabili di Servizio titolari di Posizione Organizzativa a cui siano state affidate deleghe di funzioni dirigenziali.
Le pubbliche amministrazioni pubblicano i curriculum vitae dei titolari di posizione organizzativa (art. 14, co. 1-quinques, D.Lgs. n. 33/2013)




Le pubbliche amministrazioni pubblicano il conto annuale del personale e delle relative spese sostenute, di cui all'art. 60, c. 2, del D.Lgs 165/2011, nell'ambito del quale sono rappresentati i dati relativi alla dotazione organica e al personale effettivamente in servizio e al relativo costo, con l'indicazione della sua distribuzione tra le diverse qualifiche e aree professionali, con particolare riguardo al personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico (art. 16 del D.Lgs 33/13).



Le pubbliche amministrazioni pubblicano annualmente i dati relativi al personale con rapporto di lavoro non a tempo indeterminato (...) (comma 1, art. 17, D.lgs. 33/13). Le pubbliche amministrazioni pubblicano trimestralmente i dati relativi al costo complessivo del personale con rapporto di lavoro non a tempo indeterminato, articolato per aree professionali, con particolare riguardo al personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico (comma 2, art. 17, D.Lgs. 33/13)Accordion Sample Description

In questa sezione sono pubblicati i dati relativi ai tassi di assenza del personale distinti per uffici di livello dirigenziale (art. 16, c.3, D.Lgs. 33/13)
Nessun incarico conferito
Le pubbliche amministrazioni pubblicano l'elenco degli incarichi conferiti o autorizzati a ciascuno dei propri dipendenti, con l'indicazione della durata e del compenso spettante per ogni incarico (art. 18 D.Lgs. 33/13).




Le pubbliche amministrazioni pubblicano i riferimenti necessari per la consultazione dei contratti e accordi collettivi nazionali, che si applicano loro, nonchè le eventuali interpretazioni autentiche (art. 21, co. 1, D.Lgs. n. 33/2013).

Le pubbliche amministrazioni pubblicano i contratti integrativi stipulati, con la relazione tecnico-finanziaria e quella illustrativa certificate dagli organi di controllo (collegio dei revisori), nonchè le informazioni trasmesse annualmente al Ministero dell'economia e delle finanze sui costi della contrattazione integrativa (art. 21, c. 2, D.Lgs. 33/13).



Il Nucleo di Valutazione monocratico per l’Ufficio d’Ambito della Provincia di Monza e Brianza svolge attività concernenti i temi relativi al sistema di gestione della performance nonché alle attività legate al Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità e al Piano Triennale di prevenzione della Corruzione.

BANDI DI CONCORSO















































Le pubbliche amministrazioni pubblicano i bandi di concorso per il reclutamento, a qualsiasi titolo, di personale presso l'amministrazione, nonchè i criteri di valutazione della Commissione e le tracce delle prove scritte (art. 19 D.Lgs. 33/13)

PERFORMANCE





Le amministrazioni pubbliche valutano annualmente la performance organizzativa e individuale. A tale fine adottano con apposito provvedimento il Sistema di misurazione e valutazione della performance ( art. 7 D.Lgs 150/2009).




Il Piano della Performance individua gli obiettivi strategici ed operativi assegnati al personale dirigenziale ed i relativi indicatori. Nell'ottica della semplificazione dei documenti di programmazione degli enti locali e dei processi di pianificazione gestionale dell'ente, il piano dettagliato degli obiettvi e il Piano della performance sono unificati organicamente nel Piano esecutivo di gestione (art. 3, comma 1, lettera g-bis, del DL 174/2012 convertito con modificazione nella L. n. 213 del 7/12/2012)




all'art. 10 del D.Lgs. 150/2009


Le pubbliche amministrazioni pubblicano i dati relativi all'ammontare complessivo dei premi collegati alla performance stanziati e l'ammontare dei premi effettivamente distribuiti (art. 20, c. 1, D.Lgs 33/13)


Le pubbliche amministrazioni pubblicano i dati relativi all'entità del premio mediamente conseguibile dal personale dirigenziale e non dirigenziale, i dati relativi alla distribuzione del trattamento accessorio in forma aggregata (art. 20, c. 2, D.Lgs. 33/13)
L’art. 19 del D.Lgs. 97/16 ha abrogato l’obbligo di pubblicazione dei dati relativi ai livelli di benessere organizzativo. Ultimo aggiornamento 22/02/2017
Le pubbliche amministrazioni pubblicano i dati relativi ai livelli di benessere organizzativo (art. 20, c. 3, D.Lgs. 33/13)

ENTI CONTROLLATI


Ciascuna amministrazione pubblica e aggiorna annualmente l'elenco degli enti pubblici, comunque denominati, istituiti, vigilati e finanziati dalla amministrazione medesima ovvero per i quali l'amministrazione abbia il potere di nomina degli amministratori dell'ente, con l'elencazione delle funzioni attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico (art. 22, c.1, lett.a, D.Lgs. 33/13).

Ciascuna amministrazione pubblica e aggiorna annualmente l'elenco delle società di cui detiene direttamente quote di partecipazione anche minoritaria indicandone l'entità, con l'indicazione delle funzioni attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate. (art. 22, c. 1, lett. b, D.Lgs. 33/13).

Ciascuna amministrazione pubblica e aggiorna annualmente l'elenco degli enti di diritto privato, comunque denominati, in controllo dell'amministrazione, con l'indicazione delle funzioni attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate. (art. 22, c. 1, lett. c, D.Lgs. 33/13). La Citta metropolitana di Milano, ai sensi dell'art. 57 - Organismi partecipati - del proprio statuto provvede, alla pubblicazione dei bilanci relativi agli ultimi 3 esercizi degli enti di diritto privato, comunque denominati, in controllo dell'amministrazione.

Ciascuna amministrazione pubblica e aggiorna annualmente una o più rappresentazioni grafiche che evidenziano i rapporti tra l'amministrazione e gli enti pubblici vigilati, le società partecipate e gli enti di diritto privato controllati (art. 22, c. 1, lett. d, D.Lgs 33/13)

ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI

Obbligo Abrogato
Le pubbliche amministrazioni che organizzano, a fini conoscitivi e statistici, i dati relativi alla propria attività amministrativa, in forma aggregata, per settori di attività, per competenza degli organi e degli uffici, per tipologia di procedimenti, li pubblicano e li tengono costantemente aggiornati (art. 24, c.1, del D.Lgs. 33/13)


Le pubbliche amministrazioni pubblicano i dati relativi alle tipologie di procedimenti di propria competenza (art. 35 D.Lgs. 33/13)


Le amministrazioni provvedono al monitoraggio periodico del rispetto dei tempi procedimentali attraverso la tempestiva eliminazione delle anomalie. I risultati del monitoraggio sono consultabili nel sito web istituzionale di ciascuna amministrazione (art. 1, comma 28, della legge 6 novembre 2012, n. 190).

PROVVEDIMENTI

Provvedimenti degli organi di indirizzo politico Le pubbliche amministrazioni pubblicano e aggiornano gli elenchi dei provvedimenti amministrativi adottati dagli organi di indirizzo politico, con particolare riferimento ai provvedimenti finali dei procedimenti di: Scelta del contraente per l'affidamento di lavori, forniture e servizi e Accordi stipulati con soggetti privati o altre amministrazioni pubbliche (ai sensi dell'art. 23, D.Lgs. 33/13). Provvedimenti dei dirigenti amministrativi Le pubbliche amministrazioni pubblicano e aggiornano gli elenchi dei provvedimenti amministrativi adottati dai dirigenti, con particolare riferimento ai provvedimenti finali dei procedimenti di: Scelta del contraente per l'affidamento di lavori, forniture e servizi e Accordi stipulati con soggetti privati o altre amministrazioni pubbliche (ai sensi dell'art.23, D.Lgs. 33/13).

CONTROLLI SULLE IMPRESE

Obbligo abrogato
Le pubbliche amministrazioni, in modo dettagliato e facilmente comprensibile, pubblicano sul proprio sito istituzionale e sul sito: www.impresainungiorno.gov.it : a) l'elenco delle tipologie di controllo cui sono assoggettate le imprese in ragione della dimensione e del settore di attività, indicando per ciascuna di esse i criteri e le relative modalità di svolgimento; b) l'elenco degli obblighi e degli adempimenti oggetto delle attività di controllo che le imprese sono tenute a rispettare per ottemperare alle disposizioni normative (art. 25, D.Lgs.33/13)

BANDI DI GARA E CONTRATTI

Obblighi di pubblicazione concernenti i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (art. 37 del D.Lgs. 33/13, modificato da D.Lgs. 97/16) Fermo restando quanto previsto dall'art. 9-bis e fermi restando gli obblighi di pubblicità legale, le pubbliche amministrazioni e le stazioni appaltanti pubblicano: a) i dati previsti dall'art. 1, c. 32, della legge 190/2012; b) gli atti e le informazioni oggetto di pubblicazione ai sensi del D.Lgs. 50/2016

SOVVENZIONE, CONTRIBUTI, SUSSIDI E VANTAGGI ECONOMICI



Le pubbliche amministrazioni pubblicano gli atti con i quali sono determinati i criteri e le modalità cui le amministrazioni stesse devono attenersi per la concessioni di sovvenzioni, contributi, sussidi e ausili finanziari e per l'attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati (art. 26, c.1.D.Lgs. 33/13).


Le pubbliche amministrazioni pubblicano gli atti di concessione delle sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese, e comunque di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati di importo superiore a mille euro (art. 26, c. 2, D.Lgs. 33/13)

BILANCI











Le pubbliche amministrazioni pubblicano il Piano deli indicatori e risultati attesi di bilancio, con l'integrazione delle risultanze osservate in termini di raggiungimento dei risultati attesi e le motivazioni degli eventuali scostamenti e gli aggiornamenti in corrispondenza di ogni nuovo esercizio di bilancio, sia tramite la specificazione di nuovi obiettivi e indicatori, sia attraverso l'aggiornamento dei valori obiettivo e la soppressione di obiettivi già raggiunti oppure oggetto di ripianificazione (art. 29, c. 2 D.Lgs. 33/13; artt. 19 e 22 del D.Lgs. n. 91/2011; art.18-bis, D.lgs n. 118/2011)

BENI IMMOBILI E GESTIONE PATRIMONIO

Nessun bene immobile di proprietà
Le pubbliche amministrazioni pubblicano le informazioni identificative degli immobili posseduti e detenuti, nonché i canoni di locazione o di affitto versati o percepiti (art. 30 del D.Lgs. 33/13)

Le pubbliche amministrazioni pubblicano le informazioni identificative degli immobili posseduti, nonchè i canoni di locazione o di affitto versati o percepiti (art. 30 del D.Lgs. 33/13)

CONTROLLI E RILIEVI SULL’AMMINISTRAZIONE



Le pubbliche amministrazioni pubblicano gli atti degli organismi indipendenti di valutazione o nuclei di valutazione, procedendo all'indicazione in forma anonima dei dati personali eventualmente presenti.


Le pubbliche amministrazioni pubblicano gli atti degli organismi indipendenti di valutazione o nuclei di valutazione, procedendo all'indicazione in forma anonima dei dati personali eventualmente presenti. Pubblicano, inoltre, la relazione degli organi di revisione amministrativa e contabile al bilancio di previsione o budget, alle relative variazioni e al conto consuntivo o bilancio di esercizio nonché tutti i rilievi ancorché non recepiti della Corte dei conti, riguardanti l'organizzazione e l'attività delle amministrazioni stesse o dei loro uffici (art. 31, D.Lgs. 33/13, modificato dal D.Lgs. 97/16)

SERVIZI EROGATI



Le pubbliche amministrazioni pubblicano la carta dei servizi o il documento contenente gli standard di qualità dei servizi pubblici (art. 32, c. 1, D.Lgs. 33/13)


Le pubbliche amministrazioni, individuati i servizi erogati agli utenti, sia finali che intermedi, ai sensi dell'art. 10, comma 5, pubblicano i costi contabilizzati e il relativo andamento nel tempo (art. 32, c.2, lett a, D.Lgs. n. 33/13 come modificato dal D.Lgs. n. 97/16)


Le pubbliche amministrazioni consentono agli utenti di esprimere la soddisfazione rispetto alla qualita', anche in termini di fruibilita', accessibilita' e tempestivita', dei servizi resi per via telematica e pubblicano sui propri siti i dati risultanti, ivi incluse le statistiche di utilizzo (art. 7 comma 3 D.Lgs 82/2005, come modificato dall'art. 8 comma 1 del D.Lgs 179/2016).

PAGAMENTI DELL’AMMINISTRAZIONE



Ciascuna Amministrazione pubblica sul proprio sito istituzionale, in una parte chiaramente identificabile della sezione "Amministrazione trasparente", i dati sui propri pagamenti e ne permette la consultazione in relazione alla tipologia di spesa sostenuta, all'ambito temporale di riferimento e ai beneficiari (Art. 4-bis, comma 2, D.Lgs. 33/2013 introdotto dal D.Lgs. 97/2016).

Le pubbliche amministrazioni elaborano e pubblicano, sulla base delle modalità di cui al DPCM del 22 settembre 2014, l'indicatore annuale dei propri tempi medi di pagamento denominato "indicatore annuale di tempestività dei pagamenti". Il DPCM del 22 settembre 2014 ne definisce il calcolo e le modalità per la pubblicazione sul sito istituzionale. A decorrere dall'anno 2015, con cadenza trimestrale, le pubbliche amministrazioni pubblicano un indicatore, avente il medesimo oggetto, denominato "indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti". Entrambi sono relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture.

OPERE PUBBLICHE

Fermi restando gli obblighi di pubblicazione di cui all'art. 21 del D.Lgs. n. 50/2016, le pubbliche amministrazioni pubblicano sul proprio sito istituzionale gli atti di programmazione delle opere pubbliche, nonchè le informazioni relative ai tempi, costi unitari e agli indicatori di realizzazione delle delle opere pubbliche in corso o completate (art. 38, co 2, D.Lgs. n. 33/2013 come modificato dal D.Lgs. n. 97/2016)

PIANIFICAZIONE E GOVERNO DEL TERRITORIO

Le pubbliche amministrazioni pubblicano gli atti di governo del territorio, quali, tra gli altri, piani territoriali, piani di coordinamento, piani paesistici, strumenti urbanistici, generali e di attuazione, nonchè le loro varianti. Per ciascuno di tali atti sono pubblicati, tempestivamente, gli schemi di provvedimento prima che siano portati all'approvazione, le delibere di adozione o approvazione e i relativi allegati tecnici (art. 39, c. 1. D.Lgs. 33/13).

INFORMAZIONI AMBIENTALI

Le amministrazioni pubbliche rendono disponibili le informazioni ambientali che detengono ai fini delle proprie attività istituzionali (art. 40, c. 2, D.Lgs. 33/13)

INTERVENTI STRAORDINARI E DI EMERGENZA

In caso di provvedimenti contingibili e urgenti e in generale provvedimenti di carattere straordinario per calamità naturali o di altre emergenze, le pubbliche amministrazioni pubblicano: i provvedimenti adottati con l'indicazione espressa delle norme di legge eventualmente derogate e i motivi della deroga, i termini temporali eventualmente fissati per l'esercizio dei poteri di adozione dei provvedimenti straordinari, il costo previsto degli interventi e quello effettivo sostenuto, le particolari forme di partecipazione degli interessati ai procedimenti di adozione dei provvedimenti straordinari (art. 42, D.Lgs. 33/13)

ALTRI CONTENUTI